Archivi del mese: marzo 2014

scuola

india_cw2tm_T0

Annunci

carlo galli (foto)

labbra


rinnegazione

“Gli “esoneri” o i vantaggi che la cultura concede all’uomo dapprima vengono accolti con favore, successivamente diventano ovvi, da ultimo si scorge in loro il nemico. Alla fase del lavoro entusiasta segue quella del consumo indifferente, che a sua volta è seguita dall’angoscia del sistematico rifiuto di quella che un tempo veniva considerata una conquista”.

[Odo Marquand, Apologia del caso]


lo scimmione che è in noi (povero scimmione!)

“La nostra origine (descent)è all’origine (origin) delle nostre passioni malvage. Il diavolo, sotto forma di babbuino, è nostro nonno”.

[Charles Darwin’s notebooks 1836-1844]


uomini e cani

“Se due uomini s’incontrano e anziché proseguire sono costretti da qualche necessità a rimanere insieme, senza che l’uno conosca la lingua dell’altro, più facilmente si associano insieme due animali muti, anche di specie diversa, che non quei due, pur entrambi uomini. Nell’impossibilità di comunicarsi l’un l’altro i propri pensieri, a poco serve, per stabilire un contatto umano, l’uguaglianza naturale di fronte a quell’unica differenza del linguaggio; tant’è che un uomo preferisce la compagnia del suo cane che quella di un forestiero”.

[Agostino di Ippona, La città di Dio]


me da vecchio (cioè ora)

thCAZDSI13


antichi sogni

“La mia vita è tutta dedita ai libri e alla caccia, eccezion fatta per il periodo in cui sono stato ambasciatore a Costantinopoli (400 ca. d.C).
Oh, non avessi mai vissuto quei tre anni maledetti!
E proprio allora trassi innumerevoli e grandissimi vantaggi dalla divinazione. Essa mandò a monte insidie di stregoni evocatori di spiriti, me le appalesò e da tutte mi trasse in salvo; mi aiutò a trattare i pubblici affari nel modo più vantaggioso per le città, e al cospetto dell’imperatore mi rese più coraggioso di quanto non lo siano mai stati i Greci prima di me. Chi si cura di una cosa chi di un’altra. Ma la divinazione per mezzo dei sogni viene in aiuto a tutti poiché essa è il buon demone di ognuno e trova sempre un qualche rimedio alle preoccupazioni che ci affligono quando siamo desti”.

[Sinesio di Cirene, Sui sogni]